martedì 31 marzo 2015

Come organizzare un viaggio in Marocco


Come sapete sono stata recentemente in viaggio nello splendido Marocco. Sono tornata da qualche settimana, e la mia vita a ricominciato a girare velocemente, così solo ora riesco a scrivere della mia vacanza. Perdonatemi!
Ad ogni modo, comincerò a parlare del Marocco, con un post introduttivo, una sorta di "how to" per spiegarvi come organizzate il vostro  viaggio in completa autonomia.

Per prima i documenti: se il vostro soggiorno non supera i 90 giorni, non avrete bisogno del visto. Tuttavia il vostro passaporto deve avere una validità di almeno 6 mesi. Questo se non viaggiate con un tour operator, in un gruppo di almeno 8 persone: in questo caso basta la carta d'identità valida per l'espatrio.
Una volta giunti all'aeroporto, vi verrà fatto compilare un breve documento dove dovrete indicare tra l'altro un indirizzo dove alloggerete in Marocco.
Un altro buon consiglio che mi sento di dare è quello di stipulare una polizza assicurativa sanitaria, in quanto vi trovate in zona non UE.

Ormai grazie a compagnie aeree low cost come Esy jet e Ryan air non costa molto il viaggio aereo.
Per quanto riguarda gli spostamenti, vorrei assicurare che le strade sono percorribili, ma le città al loro interno sono abbastanza trafficate, e le medine ovviamente sono off-limits per le automobili. Tenetelo presente se noleggiate un auto. Se come me, viaggiate in treno, fate bene attenzione a calcolare bene i tempi di percorrenza, e mettete in conto eventuali, quasi certi ritardi. Scegliete pure la prima classe: è economica. Vi lascio il link della rete ferroviaria nazionale. Se decidete di fermarvi solo in giornata, sappiate che molte stazioni non dispongono di un deposito bagagli, e che è proibito lasciare le valigie all'interno di tali edifici.

Per quanto riguarda gli hotel, o meglio i riad posso dirvi che spendere leggermente di più vi darà modo di trovare una sistemazione migliore: vi sono infatti alberghi con prezzi decisamente economici ma con qualche pecca...


Una moschea a Fes

Le Medine, ovvero le città vecchie sono i luoghi più belli da vedere, ma è meglio scegliere di farsi spiegare come girarle da una guida locale autorizzata. A parte scoprire luoghi e usanze che da soli non avreste conosciuto, ed evitare di perdervi, una guida del posto terrà lontani mendicanti e chiunque voglia indicarvi la via (in cambio di soldi). Chiedete informazioni per una guida ufficiale agli uffici turismo o al riad dove alloggiate.

Vorrei concludere questo post tranquillizzando i turisti, spaventati per il recente attentato avvenuto in Tunisia. Il Marocco è una terra estremamente tollerante, quindi non vi sono per il momento avvisaglie di eventuali pericoli. Ad ogni modo, prima di partire è bene sempre (per ogni viaggio) consultare il sito della Farnesina, e registrare il proprio viaggio nella sezione dove siamo nel mondo per una maggiore sicurezza. Ricordo che in Marocco generalmente non è possibile visitare le moschee, ed è indicato un atteggiamento di rispetto per le usanze del luogo (evitate di girare troppo svestiti).

Bon viaggio quindi, e a presto con i post dedicati ai luoghi da me visitati :)

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
'''