mercoledì 16 luglio 2014

Top five: i 5 film da non guardare, se si parte all'avventura


L'estate è la stagione in cui ci si butta. Non solo dal trampolino della vostra piscina preferita, bensì anche in tutte quelle situazioni che non avreste mai pensato di affrontare.
Ed è così che si decide di partire, un po' all'avventura, prenotando il volo, e magari la prima notte del soggiorno in hotel. Poi via, zaino in spalla, con qualche compagno di viaggio che condivide la vostra sete di novità.

Ebbene, se questa è l'idea di vacanza che avete in mente, il mio consiglio è di non vedere tali film.
Un po' perché vi spaventerete, un po' perché è brutto partire con dei preconcetti. Analizziamoli assieme, con questa top 5.

credits  per l'immagine: http://onecreativeprocrastinatinggal.blogspot.it/

1.Hostel: ormai un classico del cinema horror/splatter. La storia è abbastanza conosciuta ma vi rinfresco la memoria: tre giovani turisti si recano in un ostello a Bratislava, attirati dalle belle ragazze che lo frequentano. Tuttavia si troveranno ad essere vittime di una spietata organizzazione dedita alla tortura di ignari turisti...Se avete lo stomaco debole, vi conviene non iniziare neppure la visione di questo film che ha all'interno due principali stereotipi. Il primo è la paura dell'ignoto e dello straniero percepito come oscuro e cattivo ( l'ostello è in un paese dell'est, poco conosciuto ai giovani protagonisti). Il secondo è quello delle donne est europee piacenti e quasi sempre disponibili (che poi ti ingannano). In Slovacchia, la reazione all'uscita nelle sale della pellicola fu piuttosto forte: lo videro come un film offensivo, che mostra il paese fermo ad un'arretratezza non comune e violento, cosa che non corrisponde al vero. Personalmente penso che vi farebbe impressione entrare in un ostello, durante la vostra vacanza,  e questo  sarebbe un danno per chi non ha un budget faraonico!

credits per l'immagine: http://movies.io/

 

 2.Turistas: alcuni giovani turisti, si recano in Brasile, ma un incidente li blocca in
     un'imprecisata zona, dove la bellezza del paesaggio si accompagna all'ospitalità degli indigeni.  
      Tuttavia i malcapitati cadono vittima del terribile medico brasiliano Zamora,
       che commercia  organi umani. Vi lascio immaginare cosa possa accadere durante il film...
      Anche in questo caso il governo del paese in cui è ambientata la pellicola,
      ha avuto forti critiche per come gli abitanti del luogo vengono descritti.
      Non  guardatelo perché  anche se andrete in un paese non lontanissimo, non vorrete essere
      sfiorati   da un  medico, manco con 40 di febbre!
 
credits per l'immagine: http://www.moviepostershop.com

 
 
       
3.Brokedown Palace (Bangkok, senza ritorno, in italiano): due  amiche americane, appena    diplomate, mentono alle rispettive famiglie e si recano in Thailandia. Qui fanno amicizia con un ragazzo che ingannandole, infila nei loro zaini eroina, per trasformarle in ignare corrieri della droga. All'aeroporto vengono scoperte e arrestate. Una volta incarcerate presso la Brokedown Palace, una prigione femminile, solo un avvocato americano sembra credere alla loro versione, ma chiedere la grazia per entrambe è un'ardua impresa.  Sono stata in Thailandia e sapevo delle rigide norme in ambito di possesso di stupefacenti (non che io sia una consumatrice, ad ogni modo). Tuttavia quello che vediamo nel film (carcere duro e estranei che vogliono fregarti), non è certo incoraggiante per chi vuole partire all'avventura. Però diciamolo: tenere gli occhi aperti e non violare le leggi del paese che ci ospita, sono due cose obbligatorie da fare.

credits per l'immagine: http://speed-cover.org

 

    4. Transsiberian: una coppia americana in crisi, decide di  affrontare l'avventuroso viaggio sulla linea ferroviaria russa transiberiana. Sul treno vi è l'incontro con due giovani fidanzati che trasportano matrioske. In realtà le celebri bamboline russe contengono droga, ma non è l'unica brutta situazione in cui si ritrovano i coniugi. La moglie infatti, uccide per autodifesa l'affascinante trafficante di droga e subito dopo viene scoperto il bagaglio lasciato da quest'ultimo, nella cabina degli ignari statunitensi.  Peccato che venga appunto rinvenuta da quello che sembra essere un temibile agente della narcotici.
Di per se, il film è avvincente ma al contempo spaventoso. Un viaggio avventuroso come la Transiberiana, può essere già impegnativo psicologicamente. Non vi serve dubitare di qualsiasi vostro vicino di posto, in treno...Anche questa volta inoltre, lo straniero è visto come un nemico subdolo e oscuro, ed è un vero peccato.

credits per l'immagine : www.comingsoon.it
 
5.Into the wild: non fraintendetemi, questa pellicola mi è piaciuta tanto. Ho letto anche il libro da cui è tratta e la consiglio vivamente. Ma se il vostro viaggio richiede un minimo di spirito d'avventura, magari con un trekking in montagna, con il soggiorno in  un campeggio poco attrezzato, ecco rimanderei la visione al post-vacanza. Ricordo che se non si è sicuri dei frutti che il bosco offre, è sempre meglio non mangiarne (non è una battuta, lo dico sul serio).

E voi? Quali altri film "sconsigliereste", a chi sta per partire all'avventura?


 
 

4 commenti:

  1. Ho visto il numero uno, il quattro ed il cinque.... e son tutti bei film per quanto inquietanti.
    Alla lista aggiungerei anche Wolf Creek: vietato guardarlo a chi vuole andare a in giro per le zone sperdute dell'australia :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wolf Creek mi manca: rimedierò di sicuro, visto che comunque non ho in programma un viaggio in Australia. Purtroppo....

      Elimina
  2. Lo squalo! Sopratutto se si va al mare!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
'''